martedì 17 luglio 2018
Home / Comunicati e Rassegna Stampa / Firenze, le Associazioni di Scandicci donano due macchinari all’ospedale San Giovanni di Dio

Firenze, le Associazioni di Scandicci donano due macchinari all’ospedale San Giovanni di Dio

 Fonte: www.055firenze.it
Le Associazioni del territorio di Scandicci donano al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio di Firenze due macchinari del valore complessivo di 24mila euro.

Si è svolta la cerimonia per ringraziare gli autori delle donazioni, il Mercatino dei Ragazzi di Scandicci, di cui è presidente Piergiorgio Finocchietti e le associazioni aderenti al Social Party coordinate dall’Assessore alle politiche sociali e pari opportunità del Comune di Scandicci.

Alla donazione dei due apparecchi, come riporta una nota dell’Ausl Toscana Centro, ha partecipato anche l’assessore regionale al diritto alla salute che ha annunciato che nel 2020 saranno ultimati i lavori per la realizzazione del nuovo DEA con una sezione pediatrica e l’investimento già previsto è di 11.930.000 euro.

san giovanni di dio

Alla cerimonia erano presenti numerosi rappresentanti delle istituzioni locali oltre ai direttori gnerale e sanitario, al direttore del Pronto Soccorso del San Giovanni di Dio, Gianfranco Giannasi, al direttore sanitario del presidio ospedaliero, Simone Naldini, al direttore dell’area aziendale dei pronto soccorsi Germana Ruggiano. Era presente anche il presidente della Fondazione degli Scudi di San Martino, Roberto Lupi.

Il direttore generale della ASL Tc ringraziando le Associazioni ha definito il loro collegamento con la struttura sanitaria ospedaliera una unione importante un rapporto di reciproci scambi nell’interesse primario di erogare servizi sempre migliori ai cittadini.

Il Mercatino ha donato al Pronto Soccorso-DEA un nuovo ecografo Mindray DC 40, il Social Party un ventilatore Airvo per pazienti con insufficienza respiratoria, rispettivamente del valore di 18mila e 6mila euro. L’ecografo completo di tre sonde e di stampante, può fare l’ecocardiogramma, l’eco addome vascolare e l’ecografia ai tessuti superficiali sia in pazienti con patologia tempo dipendente (ictus, infarto, trauma, sepsi) sia in pazienti con problematiche addominali o vascolari.

Il ventilatore meccanico per chi soffre di insufficienza respiratoria, può eseguire una ventilazione ad alti flussi con cannula nasale per quei pazienti in cui il sistema ventilatorio è reso difficile per l’intolleranza alla maschera.

 

Controlla anche

Maltempo, torna l’allerta per temporali nel fiorentino

Fonte: www.055firenze.it Torna il maltempo in alcune zone del fiorentino. E’ stata emessa per la giornata di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *