giovedì 14 dicembre 2017
Home / Notizie / Toscana, pubblicato il nuovo bando per 1764 posti in servizio civile

Toscana, pubblicato il nuovo bando per 1764 posti in servizio civile

Con decreto dirigenziale n. 12918 del 29/8/2017, come modificato dai decreti 13232/2017 e 13464/2017, (pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Toscana (BURT) n. 39 parte III del 27/9/2017) è stato emanato l’avviso per la selezione di 1764 giovani da impiegare in progetti di servizio civile di interesse regionale presentati da enti di I e II categoria e finanziati con risorse del POR FSE 2014-2020. Il bando rientra nell’ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani.

servizio-civile

Domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione può essere presentata esclusivamente online, accedendo al sito https://servizi.toscana.it/sis/DASC e seguendo le apposite istruzioni.
E’ possibile presentare la domanda tramite carta sanitaria elettronica (CNS) rilasciata da Regione Toscana o accedendo direttamente al link sopra indicato e compilando l’apposita richiesta per ricevere l’abilitazione alla compilazione della domanda.
Devono essere compilati tutti i campi indicati nel format della domanda. Prima dell’invio della domanda deve essere allegato il curriculum vitae.

Una volta inviata la domanda, il candidato riceverà all’indirizzo di posta elettronica comunicato nella domanda una email di conferma di avvenuto invio della domanda e conseguente ricezione della stessa da parte dell’ente titolare del progetto prescelto. L’eventuale esclusione è comunicata direttamente dall’ente al giovane interessato. La scadenza per la presentazione della domanda è il 27/10/2017.

Le domande pervenute oltre tale termine non saranno prese in considerazione.

I progetti per i quali è possibile presentare domanda di partecipazione sono quelli indicati nell’apposito elenco dei progetti (scaricabili nella sezione “Documentazione”).

A fianco di ciascun progetto è riportato il nome dell’ente titolare del progetto, il numero di posti messi a bando, il sito internet dell’ente titolare del progetto. Aprendo la pagina del sito sarà possibile avere informazioni più dettagliate sul progetto in questione (le sedi di attuazione del progetto, i recapiti telefonici per richiedere ulteriori specifiche sul progetto medesimo, ecc.).

Può essere presentata domanda solo per un progetto finanziato tra quelli indicati, pena esclusione da tutti i progetti per i quali si è fatto domanda.

Requisiti per presentare la domanda

Può fare domanda chi, alla data di presentazione della stessa:

  • abbia un’età compresa fra i 18 ed i 29 anni (quindi chi non ha ancora compiuto il 30° anno, ovvero 29 anni e 364 giorni);
  • sia regolarmente residente in Toscana o ivi domiciliato per motivi di studio o di lavoro propri o di almeno uno dei genitori; servizio-civile-ireos
  • sia inoccupato, inattivo o disoccupato ai sensi del decreto legislativo n. 150/2015;
  • sia in possesso di idoneità fisica;
  • non abbia riportato condanna penale anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo.

Tutti i requisiti, ad eccezione del limite di età, devono essere mantenuti sino al termine del servizio.

Non può presentare domanda chi:

  • già presta o abbia svolto attività di servizio civile nazionale o regionale in Toscana o in altra regione in qualità di volontario, ovvero che abbia interrotto il servizio prima della scadenza prevista, ad eccezione di coloro che hanno cessato il servizio per malattia, secondo quanto previsto dall’articolo 11 comma 3 della legge regionale 35/06;
  • abbia avuto nell’ultimo anno e per almeno sei mesi con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo.

Può fare domanda chi sta frequentando un corso di studi di qualunque tipologia.

Durata e rimborso

La durata del servizio civile regionale è pari a 8 mesi; ai giovani in servizio è corrisposto direttamente dalla Regione Toscana un assegno di natura non retributiva pari a 433,80 euro, secondo le modalità previste dal decreto 12918/2017.

Le procedure che daranno luogo al pagamento dei primi tre mesi di servizio – erogabile in una o più soluzioni – saranno avviate solo successivamente alla conclusione del terzo mese di servizio.

Il ritiro prima della conclusione del terzo mese comporta la decadenza dai benefici previsti dal progetto.

Selezioni ed avvio al servizio

Le selezioni dei giovani che hanno presentato domanda saranno effettuate direttamente dall’ente titolare del progetto, che stabilirà tempi e modalità di selezione, dandone comunicazione ai candidati. Le selezioni dovranno essere effettuate con procedure e modalità che garantiscano pubblicità, trasparenza ed imparzialità. Ultimate le selezioni l’ente redigerà apposita graduatoria individuando i giovani idonei ed ammessi al progetto, i non idonei e gli idonei non ammessi al progetto.

La valutazione dei giovani deve essere effettuata utilizzando i criteri di selezione approvati con il decreto che emana il presente avviso. Per la valutazione del singolo giovane deve essere utilizzata l’apposita scheda di valutazione, da allegare al verbale delle selezioni.

Prima dell’avvio al servizio, l’ente deve inviare all’ufficio regionale – pena l’impossibilità di avviare al servizio il giovane – anche la dichiarazione, a firma del legale rappresentante o del responsabile del servizio civile, che attesta il possesso da parte dell’ente dei certificati medici di tutti i giovani idonei selezionati, rilasciati dagli organi del Servizio Sanitario Nazionale. Deve essere compilata una dichiarazione per ogni progetto finanziato.

Entro 45 giorni dalla scadenza del bando dovranno concludersi le selezioni da parte di tutti gli enti, che dovranno inviare alla Regione la documentazione necessaria per la stipula dei contratti (art. 6 dell’avviso).

I criteri per valutare i candidati sono comuni a tutti i progetti ed indicati nell’allegato D.
L’avvio al servizio è stabilito dalla Regione Toscana e comunicato agli enti interessati (che ne daranno comunicazione ai giovani idonei selezionati per i propri progetti); la Regione Toscana stipulerà con ciascun giovane un apposito contratto di servizio civile.

Il contratto indica gli obblighi di servizio, i diritti ed i doveri dei giovani, la sede di servizio di assegnazione del giovane (ovvero il luogo ove il giovane dovrà prestare servizio), l’orario di servizio (articolato su un numero di giorni ed ore settimanali).

Decreto_n.12918_del_29-08-2017-Allegato-C

Decreto_n.12918_del_29-08-2017-Allegato-D

Decreto_n.13464_del_18-09-2017-Allegato-A

scr esculapio 2016_Firenze

 

Controlla anche

ASTA BENEFICENZA CUI

Disabilità, a dicembre le aste di beneficenza dei Ragazzi del Sole

L’associazione Cui, i Ragazzi del Sole, con la collaborazione della sezione soci Coop di Ponte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *