sabato 22 luglio 2017
Home / Notizie / Furto alla Fratellanza Militare, l’indignazione di Humanitas Scandicci

Furto alla Fratellanza Militare, l’indignazione di Humanitas Scandicci

La notte fra il 19 ed il 20 giugno, buona parte delle attrezzature presenti su un’ambulanza della Fratellanza Militare di Firenze sono state oggetto di furto. Persone, al momento ignote, durante la notte, quando l’ambulanza si trovava in sosta presso la sede di Sant’Agostino, hanno forzato le portiere del mezzo ed introducendosi all’interno hanno trafugato numerosissimi presidi sanitari per il soccorso.

FRATELLA MILITARE FIRENZE

“Il gesto – ha dichiarato il presidente Niccolò Mancini – si commenta da solo: cannibalizzare un’ambulanza al servizio di chiunque ne abbia bisogno è un gesto vile, grave e spregevole. Non solo si sottraggono strumenti di proprietà altrui, ma si lede e ferisce profondamente la comunità cittadina la quale si trova ingiustamente spogliata di risorse dedicate alla sicurezza ed alla salute pubblica, risorse che quotidianamente vengono impiegate, curate e gestite nell’interesse comune. Credo che per prime siano ferite ed indignatele le persone, alle quali cerchiamo di essere quotidianamente vicini, da sempre. Nonostante quanto accaduto Fratellanza Militare Firenze questa mattina ha garantito i propri servizi, grazie all’impegno ed alla professionalità di tutti gli operatori che in brevissimo tempo sono riusciti a rendersi comunque operativi.

Abbiamo ritenuto condividere la notizia con tutti i volontari, soci e sostenitori dell’Associazione proprio perché ognuno di noi, nel suo piccolo, possa manifestare la propria forte indignazione. Grazie a tutti voi”.

La Pubblica Assistenza Humanitas Scandicci, non può non accogliere l’appello della Fratellanza Militare e manifestare indignazione e sgomento per quanto accaduto, ma anche vicinanza e solidarietà all’associazione e a tutti i suoi soci.

Controlla anche

social party - copertina

Una cena di solidarietà

Una cena di solidarietà a favore del Pronto Soccorso, della pediatria e della neonatologia del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *