lunedì 11 dicembre 2017
Home / Comunicati e Rassegna Stampa / Cosa succederebbe se un attacco con gas nervino avvenisse in Italia?

Cosa succederebbe se un attacco con gas nervino avvenisse in Italia?

L’attacco con gas nervino in Siria è stato condannato da parte di tutti i governi mondiali, e c’è un motivo fortissimo: i gas nervini – fra cui il Sarin – sono delle armi terrificanti per gli effetti atroci di dolore che possono causare alle vittime contro cui vengono lanciati. Vogliamo lasciare da parte valutazioni politiche, valutazioni militari o giudizi. Ci sono alcune lezioni da imparare e da capire per sapere come affrontare in emergenza una situazione in cui è stato utilizzato un agente chimico di portata così devastante.

gas nervino
Come sempre, va ricordato che in caso di agente chimico, l’operatore sanitario deve attenersi alle norme principali di scena sicura e deve cercare in ogni modo di stare lontano da aree pericolose, se non è dotato dei DPI adeguati. Spesso – come sanno bene gli operatori che ogni giorno intervengono su una scena – ad arrivare per primi sui casi di intossicazione sono le ambulanze, non i Vigili del Fuoco (che hanno mezzi d’emergenza più lenti e sono dislocati molte volte in luoghi più lontani).

 

siria gas

In caso di attacco chimico con gas nervino, cosa fare?

La prima avvertenza è quella di non entrare nella zona attaccata, senza le adeguate protezioni. Le tossine del gas nervino colpiscono violentemente il sistema nervoso, perché inibiscono l’acetilcolinesterasi (AChE) e colpiscono per via orale, tramite l’inalazione, la contaminazione dell’acqua o del cibo. Alcuni tipi di gas nervino possono colpire anche per via cutanea, cioè attraversa la cute provocando gli stessi effetti ma in maniera diffusa su tutta la pelle dell’essere umano. Il problema più grave è che tutti gli agenti nervini hanno una persistenza ambientale considerevole: significa che non evaporano e non salgono in aria, ma persistono nella zona dove sono stati liberati (tramite bombe, mine, o anche vaporizzatori).

Continua a leggere su www.emergency-live.com

Controlla anche

tifosi per CIATTI

La solidarietà di Firenze per Niccolò Ciatti: striscioni e cori al Franchi, raccolti oltre 11 mila euro

Fonte: www.055firenze.it Firenze si stringe ancora attorno a Niccolò Ciatti. Cori, striscioni e beneficenza al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *