mercoledì 22 novembre 2017
Home / Comunicati e Rassegna Stampa / Morbillo, boom sulla costa. L’Asl: “Sintomi? State in casa, non andate all’ospedale”

Morbillo, boom sulla costa. L’Asl: “Sintomi? State in casa, non andate all’ospedale”

Fonte: www.lanazione.it

Aumento dei casi di morbillo nel territorio di competenza dell’azienda sanitaria Toscana Nord Ovest – che comprende le province di Massa Carrara, Livorno, Lucca e Pisa -, in particolare in Versilia. Nei giorni scorsi due casi in pochi giorni registrati a Firenze.

È quanto precisato dalla stessa Asl, che in una nota raccomanda ai cittadini, “nel caso di comparsa di sintomatologia compatibile con il morbillo, una valutazione medica e poi l’isolamento domiciliare per alcuni giorni”. Ogni singolo caso sospetto, viene precisato, deve essere vagliato dal pediatra o dal medico di medicina generale. In assenza di sintomi gravi infatti “non è consigliabile l’accesso in ospedale, che invece rischia di far aumentare la diffusione dell’infezione”.

morbillo

Alle persone venute a contatto con una persona affetta da morbillo, viene ricordato, “viene comunque offerta la vaccinazione dal dipartimento di prevenzione”.

“La maggiore circolazione del virus del morbillo – si afferma nel comunicato – è probabilmente legata a una riduzione, nell’ultimo periodo, della percentuale di bambini vaccinati, che è scesa a circa l’88% mentre per una “immunità di gregge” è raccomandata una percentuale almeno del 95%”.

I vaccini utilizzati negli ultimi anni per i bambini “sono combinati contro morbillo, rosolia e parotite e tale vaccinazione è inclusa nel calendario nazionale delle vaccinazioni obbligatorie e raccomandate”. Anche per gli adulti che non hanno avuto la malattia, “soggetti a complicazioni molto serie anche se rare, il consiglio è quello di vaccinarsi”.

Controlla anche

Conferenza stampa Medico Subito 1

A Scandicci arriva Medico subito, il nuovo servizio di Rete Pas

Fonte: www.gonews.it Una quarantina di patologie trattabili, sei medici con un percorso formativo specifico, un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *