sabato 24 giugno 2017
Home / Comunicati e Rassegna Stampa / Blocchi del traffico, ecco come evitarli nell’area metropolitana

Blocchi del traffico, ecco come evitarli nell’area metropolitana

Fonte: www.gonews.it 

La Città Metropolitana rinnova l’invito a seguire nove consigli negli otto comuni più vicini al capoluogo

Per evitare che, per effetto dell’incremento delle polveri sottili nell’aria, scattino i blocchi del traffico, la Città Metropolitana di Firenze, coordinatrice dei Piani di azione comunale a fianco della Regione, raccomanda di seguire nove semplici consigli per una migliore vivibilità e “respirabilità” nell’ agglomerato urbano (comprensivo di Firenze e degli otto Comuni più vicini: Calenzano, Firenze, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Signa, Lastra a Signa, Scandicci, Bagno a Ripoli), dove le polveri sono determinate soprattutto dalla combustione di biomasse, anche se il traffico è una causa non trascurabile (7 per cento) del fenomeno. Si tratta di comportamenti da adottare in auto, in casa e nel Comune di appartenenza.

smog-polveri-sottili-2

In auto: evitare il più possibile di prendere l’auto se si può usare il mezzo pubblico; se la propria auto non ha il sistema “start & stop” e, soprattutto, se è alimentata a diesel, si deve spegnerla nei momenti di attesa o di sosta, specialmente vicino alle scuole di ogni ordine e grado; prendere in considerazione il car sharing o il car pooling (condivisione di automobili private tra un gruppo di persone), che fanno risparmiare e fanno bene all’atmosfera.

In casa: prima di accendere il caminetto, è bene sapere che che bruciare legna, specialmente nei camini, è altamente inquinante; esistono pompe di calore alimentate da fonti rinnovabili per uso domestico: sono più economiche e inquinano meno degli altri sistemi di riscaldamento; l’abbruciamento degli sfalci all’aperto è decisamente inquinante (ed è peraltro vietato in questo periodo, soprattutto in pianura): meglio utilizzare il servizio di gestione dei rifiuti urbano che è gratuito; sostituire la vecchia caldaia: ci sono specifiche detrazioni fiscali ed eventuali incentivi (nel dettaglio, per la riqualificazione energetica di edifici già dotati di impianto di riscaldamento, le detrazioni sono del 65%. Scendono al 50% se l’intervento rientra nella categoria “caloriferi e condizionatori”).

Nel Comune: informarsi sui provvedimenti del proprio Comune per abbattere le emissioni: iniziative di educazione ambientale promosse dal proprio Comune, blocco di alcune categorie di auto, incentivi e benefit per chi sceglie di comprare un’auto green; condividere queste norme tra familiari, amici e conoscenti.

Controlla anche

san vincenzo a torri

Variante di San Vincenzo a Torri, approvato l’accordo per 7,5 milioni: lavori entro fine 2017

Fonte: www.055firenze.it La Città Metropolitana di Firenze, su proposta del consigliere delegato alla Viabilità Massimiliano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *